21 marzo 2012

Ce ne stavamo sulle scale, anche dopo il suono della campanella, si restava lì. Fuori da certi meccanismi di dovere imbellettato. La mia amica si passava il rossetto viola sulle labbra, poi mi parlava di sfumature e lentiggini. Sorrideva. Non le amava lei quelle bizzarre efelidi in un punto così sconsiderato. Arricciava il naso, ma poi sempre sorrideva. 
Io non ero capace di quell'allegria, di quel sorriso leggero. La guardavo da lontano. Invece, le sue lentiggini mi piacevano tanto. Era come avere una piccola emozione sul viso, un vezzo a fior di labbra. Per certi versi mi ricordavano i viali primaverili, quando i fiori si lasciano andare per far spazio al loro frutto.
Non glielo dissi mai — in quegli anni — quello che pensavo. Però... ancora oggi lei ha la primavera sul viso. E io lo so perché l'ho ritrovata, dopo venti anni.


a Sam, 
da uno di quei foglietti 
che tenevo chiusi nella scatola di legno.



18 commenti:

  1. ...c'è nell'aria qualcosa di nuovo anzi di antico...!il poeta aveva ragione!
    buona primavera apetta!
    greamerflowers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. qualcosa di anticamente nuovo.
      Chissà cosa pensano i poeti della ragione...
      Ri-emergo fior di gream!***

      ps. se hai modo, lo mandi un salutino a stok da parte mia? Si sente che manca il lato ruvido del web, vero?

      Elimina
  2. Certe persone si aggrappano alla vita nostra e la rendono unica nei particolari, attraverso i particolari... un bacio apebella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è incredibile come ci si scopra a distanza di 20 anni... Forse dovrei dire "riscopra", e invece è proprio uno scoprire.
      Ciao Maraptica :)

      Elimina
  3. Buona primavera, Pam, in punta di caviglie!;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai visto come va a tempo con la musica? ;)
      Buona primavera a te, cara Carla*

      Elimina
  4. pam... posso farle mie queste parole... ho anch'io quella primavera sul viso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fiori di campo, e papaveri ad arrossar le gote :-)

      Elimina
  5. E tu, la primavera ce l'hai nelle mani calde e negli occhi disarmanti.
    Ti voglio bene, Pam.
    Un bacio,
    C.

    RispondiElimina
  6. le si teneva nascosto un segreto che lei già conosceva, dietro le terre ed i trucchi ci sono "memorie che non possono aspettare" e si sviluppano all'istante. Anche Mr. David Byrne che ci canta questa storica canzone, ne sarebbe d'accordo, sai quanti suoni .. con la campanella ... ma tanti...
    FA FA FA FA FA FA FA
    Kisses ***
    Ray

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E sulla scia del Faffaffaffafa... si sciolgono tanti ricordi annodati dal tempo. Le voci che riemergono raccontano storie dimenticate di particolari sfuggiti, o forse rimossi, da una giovinezza che mordeva.
      KissesRay*****

      Elimina
  7. Avere la primavera sul viso deve essere una gran bella cosa (a parte per gli allergici)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quel prurito sul naso, e poi chiedersi: baci o cazzotti?
      ;)

      Elimina
  8. ..un volteggio di ricordi, in bianco e nero...sempre,
    rimane più distinto il contorno di ogni cosa...

    un abbraccio stretto..
    m.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si muove delicato come il passo di questa ballerina che... non si tira mica indietro a volteggiar su psychokiller dei Talking Heads!
      Ti abbraccio, Moni*

      Elimina
  9. Non si può che rimanere incantati davanti a questo ritratto ancora vivo e pure resuscitato dal ricordo.
    Un viso con efelidi ed il rossetto viola non sarebbero propriamente compatibili sotto l'aspetto della gradevolezza cromatica ma è ciò che colpisce l'idea di questa faccia sfacciata di toni e sopratoni come la primavera con la sua esplosione di colori e freschezza.
    In un breve racconto hai fatto emergere il legame affettivo e un remake di tutto rispetto.
    ciao apina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi si mischia il tempo Micol. Anzi, ora più che mai il tempo è mischiato. Tanto confusa, eppure sorrido. E mi sorprendo.
      Baci*

      Elimina