31 dicembre 2012


Ci ho pensato e ripensato. Mi sono morsa la lingua più volte. E anche le dita, ché quelle si che avrebbero voluto parlare e dirla proprio tutta su tutto quello che è stato. Ma sai che c'è? Che qua se ne ha abbastanza pure delle parole. E allora basta. Basta bla bla bla, basta inutili e sterili dibattiti sul come siamo, sul come le persone vicine abbiano una percezione di te pari all'aria fritta quando si tratta delle cose più semplici, di come ci si affanna ad andare oltre a sorvolare a capire a fotterci noi stessi insomma! Basta. 
Di questo anno voglio ricordare tutti i momenti più brutti. Stamparmeli bene in memoria. Perché certe cose devono lasciare il segno se non vuoi continuare a cadere come una pera cotta. E di quelli belli, invece. Voglio ricordare le persone che li hanno accolti, solo loro. Niente gloria, solo quella gioia che riscalda le mani quando il freddo imperversa. 
Odio i bilanci, specialmente quelli di fine anno, ma per il 2012 ho fatto un'eccezione. Se lo merita. Come si meritava i Maya che poi ci hanno fatto il pacco perché sarebbe stato troppo semplice fare il botto e via, risolverla così, senza incasinarci troppo l'esistenza. 
Quello che volevo dire è che sorrido ancora. Nonostante te 2012, sono ancora capace di sorridere. E ti saluto con la manina come fanno i bambini. Perché sei tu ad andartene. Sei tu, non io.
Per domani niente buoni propositi, vi prego. Solo fatti.
Buoni giorni a chi passa da qui, a chi non ci passa perché gli sono indigesta, e a chi se la mena per varie et eventuali.
Bye bye, baby.




30 commenti:

  1. Ricordare i momenti piú brutti e farne tesoro per il futuro..
    Ti abbraccio cara Pam, forte forte...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, e qualcuno mi ha anche detto: i momenti belli, Pam... i momenti belli! Sorrido...
      Un abbraccio grande, Lu

      Elimina
  2. http://25.media.tumblr.com/tumblr_mcr1b1O8Il1rb2pojo1_500.gif

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://27.media.tumblr.com/tumblr_lhvpxoOFFY1qa578so1_500.jpg

      Elimina
  3. Solo fatti.
    Concordo, Buon 2013, speriamo.
    Bello il tuo blog, a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E il primo che parla, lo stecchiamo! ;)
      Buon anno Mariella e
      benvenuta qui!
      ciao...

      Elimina
    2. Ho aggiunto il tuo angolo ai miei preferiti.
      Grazie per essere passata da me.
      A presto.

      Elimina
    3. Grazie a te!
      Ciao Mariella :-)

      Elimina
  4. come sei spiritosa...
    come lo prendo l'url se cliccando col tasto destro mi dà bzzzz?
    (l'ordata di api assassine -.-')

    RispondiElimina
  5. trascinato sulla barra! oh.

    :))))))))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è per mantenere in esercizio la programmatrice che è in te ;)

      Elimina
  6. buoni propositi ? una contraddizione in termine, come le caramelle senza zucchero

    RispondiElimina
  7. Buon Anno, apepam, e ben trovata. Ma tra i lettori hai la magnifica Orsarossa, e l'adorabile B-Lu-e; insomma una molto splinderiana magnifica blogsfera a chi mi giunto e che esplorerò.

    Il 2013 ? Una opportunità, proprio come scrivi. Diamoci dentro bimbe!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Splinder è il primo amore, ed il primo amore non si scorda mai! :-)
      Ancora auguri, Paolo... confido in un entusiasmo bambino che non ci abbandoni mai!

      Elimina
  8. Il 2012 è stato un anno un po' così anche per me. Cose brutte che hanno dato fine a cose mediocri e che forse è meglio così, e cose belle che hanno posto le basi per un bel 2013.
    Giusto, niente propositi. Bisogna agire!
    Buon 2013, da un passante :)

    (The dogs days are over! Veramente!) ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao passante, e ...
      l'ultimo che arriva paga da bere! ;)

      (incrociare le dita, pliiiis)

      Elimina
  9. non ricordo un anno che sia stato solo buono o al contrario solo cattivo. Così prendo solo atto che è tempo, tempo che mi è stato concesso e che spero mi sia ancora dato. Io cerco di renderlo fertile, nonostante le difficoltà. Ma, diciamocelo: vivere è un'avventura straordinaria...

    un abbraccio grande, grandissimo

    Gautier

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, a me il 2012 mi ha proprio pestata... e allora mi tengo strette certe cose belle cercando di non dimenticare mai la luce che nascondono :)
      Spero che questo tempo sia un luogo che mi sappia accogliere, io di mio ho già aperto le braccia.
      Un caro abbraccio, Gautier!
      (grande, grandissimo)

      Elimina
  10. Un bacio dolce apetta... passa una buona Epifania...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e se senti un bzzzzz nell'aria...
      un bacio, Giorgio :)

      Elimina
  11. ...non so per quale stregoneria a me capita non di rado di trasfigurare i ricordi brutti in buoni ... sarà per un'astrusa convinzione di aver superato chi sa quali "battaglie" ...
    E ci si sorride sù ... un po come fai tu :-)
    Kiss Kiss Kiss ***
    Ray

    RispondiElimina
  12. Dev'essere magia bianca, Ray. O forse di quei sentieri tortuosi che ti fanno arrivare ai bordi di un crepaccio e, mentre non sai proprio come uscirne, ti incanti perché c'è un panorama da favola :-)
    Baciuz

    RispondiElimina
  13. io da qua ci passo siempre,
    e pure volentieri :-))
    buoni giorni a te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-) ! Perché i punti esclamativi lo sanno come é.
      Ciao NoRupies...

      Elimina
  14. ..e poi dimmi tu, cara la mia Pam.... come faccio a non volerti bene??
    no, perchè mica è facile...

    smackete!!!

    m.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Son quelle croci che ci accompagnano, Moni...
      Quanto è bella la mia amica quando il sole dei monti si riflette in lei :-)
      Bacio!

      Elimina
  15. Il cadere come una pera cotta mi fa pensare solo a questioni sentimentali. Spero che in tal senso tu possa rialzarti presto, anche se in realtà non mi hai mai dato l'impressione di non stare in piedi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io il sentimento lo vedo in tutte le questioni della vita, Topper... e che tragedia!
      Le ginocchia perennemente sbucciate, ma una testardaggine che non molla.

      Elimina