31 gennaio 2013


Com'è sciocca questa ragazza, diranno.
Sciocca, sempre inciampa nei segni —
l'interpunzione in rivolta!

Avevano i piedi sul fianco del tempo, diranno.
Tu le scarpe consumate,
io un'ostinazione scalza.

Se è vero che la schiena è una porta chiusa a chiave
perché pieghi il viso pronunciandoti la guancia?
Ci sono giorni che anche il cuore è una farfalla.


Cercavano una forma, diranno.
Che sia di rosa, che sia
come le poesie.







22 gennaio 2013


Ridisegnami il viso, Vermeer
lascia che la luce
invada le tue mani
quel tanto per sorprendermi
gli occhi, in uno sguardo suo.

C'è sempre un giorno appostato
tra i nostri capelli
non lo tagliare che il bianco ci dona.
Anche l'inverno ha la sua primavera:
una voce trasparente che non sai.



Il mio diavolo non è nella testa.
E' nel cuore che devi cercare.






14 gennaio 2013


Virginia sapeva quelle cose da molto tempo prima di me. Perché quelle cose non cambiano col tempo; quelle cose sono fuori dal tempo. Sono senza nome, senza età. 
Adesso si mette una mano in tasca e mi offre una pietra mentre io ancora tergiverso sugli abissi e, ancora, le racconto di meravigliose creature che solo pochi hanno avuto coraggio e soprattutto voglia di conoscere. 
Lei lo sa cosa si agita in me. Ha un viso buono. Assomiglia a quello di Pina quando parlava di certi voli e si teneva le mani muovendole insieme alla sua voce, alla sua danza. Vorrei ascoltarla. 
Invece, quella pietra non la metto in tasca. La tengo sul tavolo, come fosse un pomello di una porta che mai ho aperto. 
Il quaderno. Ho iniziato il quaderno. Questo è il primo dono. Trascrivo tutto quello che mi accade mentre dormo. Meticolosamente, senza nascondermi nulla. Senza protezione. Lasciando che i muri che un tempo mi separavano dall'analisi crollino, uno dopo l'altro. 
C'è voluto un anno di incubi per scuotermi. E la voce di una persona che non c'è più per ammorbidirmi. Devo essere davvero pazza per dare spazio anche a questo, ma chi è che dice che fermarsi prima è sinonimo di salvezza? 
Forse non è un gran passo, ma è un inizio.