21 ottobre 2013

Le ore che si posano 
sulle ossa una stele di rosetta
difettosa. 

Se solo avessi artigli 
e dolce afferrare il canto 
di queste campane in vespro.

Se solo superassi
l'amabile sfrontata
che sempre mi resta indietro.

Ho una poesia di traverso
mi si pianta in gola —
eppur continuavo la pesca alle farfalle.







11 commenti:

  1. ..e pescando farfalle scrivi appassionati e immensi versi...

    abbracci
    stretti
    lu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Lu...
      il problema è che ho una lenza.
      ***

      Elimina
  2. L'ultima quartina l'ho imparata a memoria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' il mantra, o forse uno sciocca indole prometea (come coniare un aggettivo in barba alla lingua!).

      Elimina
  3. è un crescendo...
    più li leggi, rileggi, più ti entrano dentro
    sono versi davvero meravigliosi Pam, di una bellezza struggente... commovente *

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi si stanno frastagliando le ossa
      e sono coralli...
      albafucens***

      Elimina
    2. ... che ne dici di porvare a farne allora dei bellissimi monili da sfoggiare, indossare...

      un abbraccio ***

      Elimina
  4. E' davvero fastidioso quando le cose ti si mettono di traverso, apetta

    :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un po' Baol, ma dicono che tutto passa... magari passo anch'io.
      kiss*

      Elimina