3 gennaio 2014


La quiete scarna
sopra i detriti dell'alluvione
arresi, o forse più forti.

È l'ergastolo delle ore
la fantasia di una vita
agguerrita, di ossa e di carne
spolpati.

Ti è caduto un fiore, amore mio
l'elmo sulla testa ti pende sbilenco
un ventaglio biondo colma l'oro

delle tue spalle, il tuo.