17 aprile 2014

Da una rara corrispondenza, 88 parti — prima costellazione.

Certe lettere si possono leggere solo di notte
quando non so più scrivere
quando non so più parlare
quando la moderna astronomia non riconosce
alcun reale significato.

Caro aprile, con amore ti odierei
se non fosse per il cielo
blu che mi portasti in dono — tu lo sai,
il tempo è una bugia raccontata dagli anni,
quel senso di misura che manca.

Certe lettere,
e non so più scrivere e non so più
parlare, delle mie mani non.

Ti prego, esprimi un desiderio
se cado.