6 settembre 2015

Il vento improvvisa la notte 
d'agosto, una lunga gonna copre 
piedi nudi.

Si leggono poesie qui
frammenti di libri che amano,
se vuoi

basta prendere coraggio e 
avvicinarsi.
La scogliera è un dolce bacio mai dato.





《 ok, la rivoluzione non ci sarà / non staremo a piangere per questo / né per le stelle che si sono spente nel nostro cuore / non piangeremo nemmeno se una donna ci dirà / che siamo inutili come le lattine vuote di coca-cola / ... / io più semplicemente dico che alla mia età / si può fare a meno anche di questa verità 》

《 Allora, scopiamo, tu ed io, / quando la sera si stende contro il cielo /.../ scopiamo, in questa casa semi deserta, /.../ oh, non chiedere Cosa? / andiamo a fare la nostra scopata. // Nei corridoi gli alunni vanno e vengono / parlando di Eliot e di Dante 》

《 Beatrice: da qui verso / fino a ritrovarsi / in ortu et in exitu vitae / simultaneamente / come negli ultimi minuti di quel film di Kubrick / ... / un uovo: alfa e omega / cunicolo osceno e senza scena / dove i ricordi sono un punto matematico / e il corpo l'unica cosa che ci rimane / di ciò che abbiamo vissuto // ... // ciò che resta dei démoni che siamo stati // perché sia la vita ciò che è sempre stata / perché 》

Alcuni pezzi da
Don't - in Oroscopi
Luther Blissett, Interlude e La vergine e il buco - in Beatrice
My heart is full troubles
di Emilio Piccolo



*


4 commenti:

  1. Non sono sicuro di quasi nulla nella vita ma la tela della prima immagine, quella accanto alla maschera, l'ho vista di sicuro; non so dove o quando ma l'ho vista. Sarà mica frutto di una delle due passioni bambine? Se è così, 'ste passioni bambine crescono in fretta.

    Comunque all'asilo sto imparando che le scogliere sono spiagge con la fronte alta.

    Ciao Pam-mer.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so... io ero spettatrice, fotografa e mancata lettrice.
      Le scogliere sono tante cose, December. Forse sono anche un poco di noi :-)
      ciao*

      Elimina