7 ottobre 2015

Ore 3,25.
Viviamo in un distributore
palline colorate
quanto paghi per essere
interscambiabile?

Ore 4,07.
La routine dei modi di fare —
posso predire il futuro
ma non i visi
si accettano offerte.

Ore 4,50.
Le proiezioni della colpa,
l'amore non è
un errore da correggere.
Dai, giochiamo?

Ore 5,40.
Ho immaginato di disegnare l'incubo
la forma, lo sguardo, i denti e poi
gli ho dato un nome.
Adesso fa tenerezza.


ph: Acquaforte di Gisèle Celan-Lestrange.

6 commenti:

  1. Ore 6,30.
    Se vuoi ti leggo i fondi del caffè ...;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe divertente...
      però ho anche un po' pauretta.
      Ciao Carla :-)

      Elimina
  2. ore 15.26
    l'ora di adesso
    attimo di passaggio
    in questo raccontare
    del tuo palinsesto

    un bacio
    A.T.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come le orme
      dopo aver sporcato le scarpe di vernice
      :-)

      Un bacio Anna*

      Elimina
  3. i mostri, i demoni

    se danzati, mimati, raccontati, cantati

    fanno urla buffissime e smorfiegigantescheesagerategrotteschebludatribùdibelzebùtristiintutù

    come quelle del presentatore nella scatola nera.

    RispondiElimina
  4. il 'se' è un po' complicato
    il più forte vince sempre
    ho solo una penna e le armi bianche
    feriscono sempre la mano.

    ... che poi io dovrei dormire la notte.

    Ciao diogene

    RispondiElimina